Contact us at +39 0438 9110 or lainox@lainox.com

Luglio 2014
Naboo e Aroma by Naboo al mercato di Mezzo di Bologna



Il 10 aprile ha riaperto il più antico mercato della città di Bologna: il Mercato di Mezzo, luogo storico della città che Coop Adriatica ha fatto rinascere, dopo importanti lavoro di recupero e ristrutturazione.
Il mercato di mezzo nel medioevo era un'area dedita al commercio, al cibo e all'incontro, e a cavallo dell'Unità d'Italia è diventato il primo mercato coperto di Bologna, anche oggi come allora è uno spazio innovativo di commercio, degustazione, incontro e divulgazione della cultura del cibo.
 In un luogo così bello e così pieno di suggestioni Naboo e Aroma by Naboo sono stati la scelta obbligatoria per allestire una cucina a vista, infatti grazie al design tech e allo schermo dieci pollici touch screen il risultato è un contrasto tutto da vedere nei locali di DeGusto Coop e Centrale del Gusto, Granarolo Pasticcerie Gino Fabbri situati al piano terra del Mercato di Mezzo di Bologna.
A tal proposito abbiamo intervistato Il famoso Maestro Pasticcerie Gino Fabbri, patron del locale: Centrale del Gusto, Granarolo e la pasticceria Gino Fabbri.


Gino Fabbri si racconta

E’ un onore avere fra i più famosi Maestri Pasticceri al mondo l’italiano Gino Fabbri, pasticcere fin dal 1965.
Gino Fabbri è Presidente dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani, prestigiosa associazione che riunisce i migliori pasticceri italiani uniti dalla voglia di promuovere qualità e professionalità nella tradizione pasticciera italiana.
Si è guadagnato il primo posto al concorso per la “Torta del Giubileo del 2000” e grazie al quale ha potuto incontrare Papa Giovanni Paolo II.
Nel 2009 è stato eletto dai suoi colleghi Pasticcere dell’anno, prestigioso riconoscimento per la sua professionalità e la costante ricerca della qualità nella produzione e per la sua capacità di diffondere le sue conoscenze senza riserve.

Come è nata la sua passione per la pasticceria?
Inizialmente è nata per necessità, avevo 14 anni e, dovendo lavorare d’estate, trovai lavoro nella pasticceria del mio paese di nascita. Oggi posso dire che è stato un segno del destino perché questo lavoro mi ha appassionato fin da subito e sempre di più e così alla fine del servizio militare, appartengo a quella generazione che ancora faceva il militare, è divenuto il mio lavoro.

Cosa pensa del binomio tradizione e tecnologia in pasticceria?
Io penso il meglio possibile perché la tecnologia se usata con la testa e con il cuore può rivelarsi una valida alleata per raggiungere nuovi obbiettivi. Per un pasticcere la qualità dovrebbe essere il fondamento su cui basare le proprie attività, la quantità e il successo sono solo una conseguenza.

Perché ha scelto Aroma by Naboo?
Sono stato ispirato da Aroma by Naboo al Sigep che è sicuramente una delle vetrine più importanti nel panorama della pasticceria nazionale ed internazionale, ho poi avuto modo di approfondire il discorso con lo chef bolognese Michele Cocchi, scoprendo così i numerosi vantaggi di Aroma by Naboo.
Per esempio la possibilità di inserire all’interno del forno non solo il programma di cottura ma anche gli ingredienti e il procedimento utili ai miei collaboratori per realizzare la ricetta, inoltre ho apprezzato di Aroma by Naboo il nuovo metodo di lavaggio e tutti gli altri plus presenti, che ci si aspetta sempre di trovare quando si sceglie un prodotto di questo tipo, ma che per mia esperienza, purtroppo non sempre accade.
Ma ciò che mi ha veramente convinto ad acquistare Aroma by Nabbo è stato il Cloud, ovvero la possibilità di poter realizzare e testare le mie ricette nel mio laboratorio principale e con un semplice click, renderle disponibili ad ogni mia pasticceria, questo è davvero impagabile!

Ha una tua ricetta segreta?
Io di segreti non ne ho e non potrei averne dal momento che tengo regolarmente dei corsi dove insegno l’arte della pasticceria ai miei clienti ai quali voglio trasmettere tutto il mio sapere, senza segreti …
Posso svelarvi però un “segreto” della pasticceria ma che allo stesso tempo lo è anche della cucina: la cottura. Io dico sempre ai clienti che frequentano i miei corsi: “se sbagliate la cottura avete sbagliato completamente tutto” Una cottura sbagliata va a togliere quella che dovrebbe essere la caratteristica più importante del prodotto, ecco perché per me la scelta del forno è fondamentale!

Questo mi fa pensare che ha già creato il suo scrigno personale in Aroma by Naboo?
Si, lo stiamo usando e ci è anche molto utile, abbiamo inserito tutte le nuove ricette. Quando ho a disposizione delle possibilità le uso cercando di ottimizzarle al massimo.

Quali sono i vantaggi maggiori che ha riscontrato in Aroma by Naboo rispetto ai forni che ha utilizzato in precedenza?
Quello che salta per primo all’occhio è il design, è davvero bello da vedere e, considerato che alla Centrale del Gusto, all’interno del Mercato di Mezzo di Bologna, è a vista, questo è stato un punto a favore di Aroma by Naboo in fase di scelta. Un altro aspetto molto positivo è stato il fatto che ho potuto cuocere con ottimi risultati fin dall’inizio, cosa imprescindibile per un forno. In genere i forni nel periodo iniziale necessitano di essere tarati a seconda delle tue esigenze ma con Aroma by Naboo ho avuto ben poche cose da tarare ho cucinato bene e secondo le mie esigenze fin da subito.

Ci puoi dire quall’è il dolce che le piace di più da mangiare e quello che le piace di più cucinare?
Mangiare la ciambella casalinga, non posso farne a meno al mattino con il latte e alla sera con il vino.
Mi piace cucinare i lievitati: brioches, colombe, panettoni … mi danno una grande soddisfazione.

Parlare con Gino Fabbri, è stata per me un’esperienza non comune, ti fa comprendere il perché alcune persone ottengono un grande successo: unendo dedizione e amore per il proprio lavoro!
La straordinaria passione con cui Gino si racconta e sente il suo lavoro di pasticceria è davvero contagiosa e la frase di apertura del suo sito ne rende veramente l’idea:

“La dolcezza è gradita agli occhi ma la dolcezza affascina l’anima”  
 
Potrebbe stimolare molti all’idea di diventare pasticceri, me compresa! 

Antonella Da Ros
Pr Coordinator




TOP